A una settimana dalla presentazione ufficiale BMW R 1300 GS esce allo scoperto: le foto della nuova maxi enduro 2024 finiscono in rete.

 

 


La nuova BMW R 1300 GS, attesa nel 2023 (come modello 2024), è sempre più vicina. Dopo le informazioni ufficiose relative al nuovo motore – la data della presentazione è il 28 settembre – trapelano nuove foto ufficiali in rete: scopriamo la maxienduro tedesca priva di camuffature!


PIÙ MODERNA A primo impatto la nuova GS è più fresca, soprattutto per merito delle luci a LED del fanale, che formano una grossa X. Per il resto non si notano grandissimi cambiamenti: resta il tradizionale ''becco'' anteriore, col Telelever dietro gli steli forcella e il boxerone a farla da padrone poco più dietro. Compatto, invece, il plexiglass, con gli indicatori di direzione che sono ora integrati nei paramani. A poco meno di una settimana dalla presentazione, molto è già stato scoperto...


IL NUOVO MOTORE Boxer da 1.300 cc – 46 cc in più dei 1.254 attuali – 145,5 CV a 7.750 giri/min e 149 Nm a 6.500 giri/min, per 225 km/h di velocità massima. Confermate invece le ruote, con cerchio da 19'' davanti e 17'' dietro e pneumatici 120/70 e 170/60, proprio come sull'attuale generazione della maxi. Cresce leggermente il passo – 1.518 mm invece di 1.514 – ma il peso?


GS 1300: COSA SI VEDE

 


 Si vede la ''bocca'' del radar che permetterà alla nuova maxi enduro bavarese di essere equipaggiata col cruise control adattivo. E il Telelever? La sospensione anteriore che ha reso famosa BMW è lì al suo posto – guardate la molla bianca che si intravede dietro gli steli della forcella – mentre la coppia di pinze ad attacco radiale all'anteriore, marchiate BMW, sembra leggermente diversa rispetto alle attuali, così come sono nuovi i cerchi a 5 razze. L'aggiornamento alla ciclistica fa pensare a un peso sostanzialmente simile a quello dell'attuale generazione di GS, nell'ordine dei 250 kg in ordine di marcia.


PIÙ ELETTRONICA, MENO PESO


La più grande delle novità sul fronte elettronica certamente riguarderebbe l'arrivo del radar ma è probabile un aggiornamento generale a livello di riding mode e aiuti alla guida. Dalla foto si intravede un display TFT che ha tutta l'aria di essere più grande rispetto a quello dell'attuale generazione. Nonostante l'aumento della cilindrata, con le chiacchierate modifiche a livello di telaio, cerchi e forcellone, sono attesi anche un po' di kg in meno sulla bilancia, ma resta difficile quantificare se la cura dimagrante abbia funzionato o meno sulla nuova GS. 


R 1300, R 1400 E M 1300 GS Con R 1300 GS identificata come versione standard, cosa dobbiamo aspettarci dietro alle sigle R 1400 GS e M 1300 GS? Da tempo si vocifera che la R 1400 GS nient'altro sia se non l'Adventure, più grande e grossa ma con lo stesso motore da 1.300 cc, mentre la M 1300 GS potrebbe essere una versione più dichiaratamente offroad. Sarà pure così, ma se invece si trattasse di una versione sportiva stradale, con cerchio da 17'', per andare sul ring contro la Ducati Multistrada V4 Pikes Peak? Le immagini viste finora ci confermano che esistono due versioni – una con cerchi in lega, l'altra con cerchi a raggi – ma la terza variante resta tutta da scoprire.

By direttore Paolo Minato.